Travel

Marzamemi: il borgo incantato della bedda Sicilia


L’Italia senza la Sicilia, non lascia nello spirito immagine alcuna. È in Sicilia che si trova la chiave di tutto. La purezza dei contorni, la morbidezza di ogni cosa, la cedevole scambievolezza delle tinte, l’unità armonica del cielo col mare e del mare con la terra… chi li ha visti una sola volta, li possederà per tutta la vita.
Goethe

 

 

 

Alla scoperta della mia Bedda Sicilia: Marzamemi

Posso dire che le vacanze sono ufficialmente iniziate. Riccardo aveva nostalgia dei nonni e noi un bisogno impellente di staccare la spina e rilassarci un attimo, così abbiamo deciso di andarli a trovare per qualche giorno prima della  partenza per il Salento e di fare una puntatina in uno dei luoghi che più amiamo della nostra terra: MARZAMEMI. Che un piccolo borgo di Pescatori possa suscitare così tanto clamore sembra quasi incredibile, ma la Sicilia è cosi. Abbiamo l’ oro in casa e il più delle volte non ce ne rendiamo conto. Per la cronaca, ci troviamo nel versante orientale dell’ isola, in provincia di Siracusa. Marzamemi è una piccola frazione del comune di Pachino a pochi chilometri dalla rinomata nonché barocca e suggestiva città di Noto.

Marzamemi è un borgo di pescatori, una pacifica baia caratterizzata da una delle tonnare più antiche presenti in Sicilia risalente ai tempi delle dominazioni Arabe. Inutile dire che ha trovato sviluppo proprio per i suoi prodotti ittici. Infatti agli inizi del novecento, fu costruito uno stabilimento per la lavorazione del tonno salato e successivamente per quello sott’olio. Impossibile passare da queste parti e non fermarsi a comprare una boccetta di buonissima bottarga di tonno rosso in una delle tante putìe che incontrerete. Marzamemi è un mix di profumi, scorci suggestivi, mare cristallino, arte e tradizioni. Non a caso il borgo storico è tuttora utilizzato per diversi spot televisivi, set cinematografici importanti e dal 2000 ospita tutti gli anni Il Festival Internazionale del Cinema di Frontiera ideato e diretto dal regista Nello Correale.

La spiaggia di San Lorenzo

Se per caso doveste decidere di trascorrere una vacanza da queste parti, il mio consiglio è quello di iniziare proprio dalla meravigliosa spiaggia di San Lorenzo, appena fuori la riserva di Vendicari che comunque presenta le stesse caratteristiche della riserva ma con lidi attrezzati che vi assicureranno una giornata di completo relax balneare. Non avete idea di che spettacolo naturale vi aspetta. Un mare cristallino dalle sfumature turchesi indescrivibili, la sabbia fine e chiara ed i pesciolini che vi faranno solletico ai piedi… tutto questo non è Caraibi ma Sicilia. Si capisce che amo la mia isola?

Al San Lorenzo Plus, troverete un’ oasi di felicità per voi e sopratutto per la vostra famiglia. Ombrelloni di paglia, musica lounge come sottofondo, cocktail di benvenuto e per i più esigenti splendide e confortevoli pagode total white. Un Luogo fantastico e chic per chi vuole godersi il mare senza rinunciare al comfort. Questa volta, io e mio marito abbiamo lasciato il pupo ai nonni e abbiamo fatto i fidanzatini per un giorno, godendoci delle splendide ore di relax in uno dei posti che più ci piacciono a due passi da casa.

Il vecchio Borgo dei Pescatori di Marzamemi

Verso il tardo pomeriggio, dopo mille bagni, tanto sole e una decina di telefonate ai nonni per sapere cosa nel frattempo combinasse Riccardino, ci siamo docciati e preparati per terminare la nostra giornata a Marzamemi. Ecco, vi consiglio di fare proprio cosi. Un’ ora prima del tramonto è il momento ideale per un giro verso il vecchio borgo, scattare foto sfruttando al meglio la golden hour, fare qualche acquisto nei tanti negozietti favolosi che troverete, per poi concludere la serata con un’ aperitivo da urlo a base di arancinetti al nero di seppia o magari se preferite una buona frittura di pesce servita nel classico coppo o cassetta di legno, qualche cappero, un paio di pomodori secchi sott’olio e una buona birra artigianale sapientemente miscelata con della granita al limone … non avete idea che goduria infinita sarà per il vostro palato!

Cercate di non fare caso ai camerieri impacciati, a quelle attese inspiegabili prima di poter addentare certe bontà, alla disorganizzazione e alle strane facce che vedrete in giro, Noi siciliani siamo un pò naïf, con la pelle dura e bruciata dal sole ma NONOSTANTE QUELL’ APPARENTE DIFFIDENZA CHE CI CONTRADDISTINGUE,  siamo UN POPOLO ACCOGLIENTE E generosO come la nostra terra. LASCIATEVI INEBRIARE DAI PROFUMI, spalancate gli occhi per ciò che di bello vi offriamo e fatevi una risata se vi capitano delle piccole disavventure, la Sicilia è bedda anche per questo e alla fine, volente o nolente chi passa da qui finisce per innamorarsene. 

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva


4 Comments
Previous Post
luglio 14, 2017
Next Post
luglio 14, 2017

4 Comments

  • Francesca Marongiu

    Tu mi incanti mi ci devi portare in questi posti❤

  • fattoconilcuore

    io ti aspetto Frack!

  • Valeria Lupi

    Sarebbero bastate le immagini a farmi venire voglia di partire… Ma con le parole del finale mi hai conquistata! Un po’ di spirito siculo farebbe bene a tutti noi!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.