Grafica Life Style Tutorial

POLYSHRINK:what’s it?


untitled-42Con il 2017 appena iniziato, voglio farvi conoscere una tecnica strabiliante che ho provato personalmente e con la quale ci si può divertire parecchio. Conoscete il famigerato POLISHRINK? Ne avevo sentito parlare, tipo leggenda metropolitana, ma non sapevo esattamente cosa fosse e così, da brava creativa, mi sono subito documentata facendo alcune ricerche sul web…Il polyshrink non è altro che una plastica termorestringente per applicazioni artistiche. In parole povere, un materiale  ” plastico”che, una  volta riscaldato si trasforma.Le sue dimensioni si dimezzano( pur rimanendo proporzionate ), mentre lo spessore si raddoppia ed i colori si intensificano parecchio.É atossico e può essere : tagliato, decorato con i timbri in gomma e colorato con inchiostri per tessuto, pennarelli, pastelli o matite, una tecnica artistica presente in ogni craftLAB che si rispetti. In pratica, si prende questo pseudo foglio dalle sembianze normali, si sabbia  con carta vetrata molto sottile, proprio per migliorare la tenuta dei colori e poi si stampa o dipinge. Infine si scalda il pezzo finito con un soffiatore d’aria calda,  oppure l’ alternativa valida è mettere in forno le nostre creazioni come se fossero biscotti  ad una temperatura di circa   170°. Dopo pochi istanti  tutto cambia: l’oggetto decorato si “miniaturizza”,le decorazioni risultano nitide e i colori saturi e brillanti. Il polyshrink è utilizzato principalmente per creare tanti oggetti e gadget di ogni tipo come magneti, portachiavi o spille ma anche per originalissimi bijoux.

Il mercato lo propone in diversi colori, dal trasparente al colorato ma esiste anche la versione stampabile, (solo per stampanti a getto d’ inchiostro) e di questa me ne sono subito innamorata. Ho scoperto questo prodotto in un negozio che conosco molto bene: SCRAPPAPPERO . É uno shop on line fantastico, dove si può trovare materiale di ogni genere per creativi ed hobbisti.  È gestito da Paolo, che offre inoltre un’ottima assistenza tecnica ed informativa.Io stessa non ho esitato a contattarlo in diverse occasioni,  per avere maggiori delucidazioni in merito ad alcuni materiali di cui nn ne sapevo abbastanza. Comunque tornando a noi, voglio mostrarvi cosa ho combinato durante queste vacanze. Innanzi tutto ho ordinato il mio materiale su SCRAPPAPPERO, cliccando  QUì  potrete accedere direttamente all’ area dedicata al polyshrink e a tutti gli accessori che potrebbero servirvi, ovvero fogli e pennarelli. Come vi dicevo, ne esistono due tipi, lavorando con la grafica e le illustrazioni ho trovato che quello stampabile, fosse più adatto alle mie esigenze, ma ho comunque provato anche la versione classica.

Come potete constatare dalle immagini, ho stampato sul foglio i miei disegni, ricordatevi che una volta infornati o riscaldati, le dimensioni si dimezzano ed i colori si intensificano, quindi calcolate sempre questi due fattori ogni qualvolta utilizzate il polyshrink. Se avete intenzione di creare dei fori per ipotetici portachiavi o ciondoli, fatelo in questa fase. Il polyshrink si taglia facilmente anche con delle semplici forbici,ma  una volta ” cotto” diventa duro come la pietra.15776876_10210171407034319_924515011225916533_o.jpg

15826041_10210171411074420_6983695037344173153_n15776738_10210171430394903_4633681143442421663_o-2

 

Quando finalmente avrete tutto pronto, preriscaldate il forno a 170° e su di una bella teglia con carta forno posizionate i vari pezzi, ben distanti tra loro (sappiate che non è tossico).In pochissimi secondi,assisterete ad una magia che li vedrà accartocciarsi, rimpicciolirsi ed aumentare di spessore, per poi riposizionarsi tutto per come era prima.

15823506_10210171443195223_359716080902527458_n

15873410_10210176271435926_3647449046153101756_n

15871899_10210188306096785_3997429015555542392_n.png

 

 

Invece se volete provare a disegnare direttamente sul foglio, o timbrarlo e colorarlo,  dovrete utilizzare il polyshrink classico disponibile in trasparente e colorato. Cliccate QUì  e troverete subito quello di cui stiamo parlando sempre sullo shop di SCRAPPAPPERO.

 

 

Ho scelto il trasparente , l’ho leggermente sabbiato e poi ho disegnato e colorato con delle matite classiche senza calcare troppo, perché vi ricordo che nella cottura, non cambia solo la dimensione e lo spessore, anche i colori subiscono una metamorfosi, infatti si intensificano. Procediamo al ritaglio ed infine inforniamo. Come potrete constatare l’ effetto è più naturale e ovviamente meno preciso ma comunque bello! picmonkey-collage-815823462_10210171475676035_5913304649175557118_n

Spero che questo post vi sia piaciuto, e che possa essere stato d’ aiuto per chi comunque ama dare altre forme alla propria creatività, sperimentando una tecnica nuova come questa. Potrete realizzare davvero tantissime cose, accessori e decori scrapper, magneti, portachiavi anche con i disegni dei vostri bimbi, idea regalo da non sottovalutare. E comunque che sia Polyshrink o altro ,da SCRAPPAPPERO  troverete idee, tutorial e tantissimo materiale di ogni genere  e di ottima qualità, io stessa mi fornisco da Paolo da ormai diverso tempo e negozi così ben forniti non ce ne sono tanti in giro, parola di Fattoconilcuore®

untitled-43
Potrete trovare SCRAPPAPPERO sia su  FACEBOOK che su  INSTAGRAM

 

 

 

SalvaSalva


2 Comments
Previous Post
gennaio 5, 2017
Next Post
gennaio 5, 2017

2 Comments

  • Alis

    Che meraviglia!! Ci farei tantissimi ciondoli

    • fattoconilcuore

      SI è davvero un materiale versatile e da utilizzare in diversi modi.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Related Posts